Menu Contattaci Scrivici su WhatsApp

Dolore alla cervicale? Prova il Pilates

Come sconfiggere la cervicalgia con esercizi di Pilates

Anatomia del tratto Cervicale

La cervicalgia, o più comunemente conosciuta come dolore nella zona del collo, è un disturbo molto diffuso soprattutto negli ultimi tempi. Facendo un piccolo accenno all’anatomia del tratto cervicale ricordiamo che questo è composto da 7 vertebre (C1-C7). E’ il tratto della colonna più mobile rispetto a quello dorsale e lombare. Dai fori intervertebrali si dipartono i nervi spinali che dal tratto cervicale si prolungano lungo il braccio sino alle falangi delle dita. Il dolore che decorre lungo braccio, causato da compressione delle radici nervose è denominato cervicobrachialgia. Il dolore o formicolio avvertito lungo il braccio può essere anche causato da un problema circolatorio, e non da compressione delle radici nervose, in cui muscoli troppo contratti comprimono le strutture vascolari.

Cause cervicalgia

Nella cervicalgia il dolore è avvertito più comunemente lungo il collo, sulle spalle e nella zona nucale.

Le cause potrebbero essere varie:

La sedentarietà, passare molte ore davanti allo schermo del pc con il capo protratto in avanti, stare seduti per tanto tempo con la schiena ricurva, un uso eccessivo del telefono che costringe a stare con il capo inclinato in avanti porta ad un irrigidimento dei muscoli del collo. L’inattività fisica causa l’indebolimento dei muscoli del collo e delle braccia, a questo punto i muscoli per mantenere a lungo una posizione si contraggono il modo eccessivo causando così contratture muscolari.

Per chi è predisposto a sviluppare questo tipo di disturbo a volte anche alcuni esercizi svolti in sala pesi o durante corsi di fitness in cui si portano le braccia oltre la testa tenendo dei manubri in mano potrebbero scatenare questo tipo di dolore . Come potrete vedere non esiste una causa univoca, la diagnosi è soggettiva e deve tenere conto della storia personale del soggetto oltre che un’attenta analisi posturale.

Molto spesso si ricorre all’uso di farmaci antidolorifici per alleviare il dolore, ma questi possono solo dare un sollievo momentaneo perché una volta terminato l’effetto del farmaco il dolore si ripresenterà. Per questa ragione è importante innanzitutto andare a ricercare la causa scatenante e poi intervenire con una terapia mirata.

Si sa che l’attività fisica apporta all’organismo numerosi benefici, ma bisogna anche saper scegliere quella giusta, adatta alle proprie esigenze e ai propri obbiettivi .

Parlando di cervicalgia che come abbiamo visto la maggior parte delle volte è causata da disturbi o squilibri posturali, la pratica degli esercizi del Metodo Pilates potrebbe essere un valido aiuto.

Benefici del Metodo Pilates

Diversi studi hanno approvato questo metodo per trattare problematiche posturali, anche perché gli esercizi del Pilates:

Inoltre il Pilates mira a rinforzare tutti i muscoli della Power House che sorreggono la colonna vertebrale i visceri e tutto il tronco, insomma il nostro centro energetico la centrale nucleare di energia che poi si propaga in tutto il corpo.

Ma oltre a questo gli esercizi del Pilates permettono di rendere i muscoli e le fasce connettivali che li avvolgono, più flessibili ed elastici.

Il nostro corpo è costituito dallo strato più profondo a quello più superficiale da fasce connettivali che appunto, connettendosi tra di loro ci inviano feedback sulla nostra postura. Quando la comunicazione tra le fasce è interrotta da muscoli irrigiditi, poco elastici o nel caso in cui vi siano delle aderenze, questi si fanno sentire con dolori che possono propagarsi anche in sedi lontane dalla loro nascita. Gli esercizi del metodo Pilates permettono di  mobilizzare le fasce connettivali e di conseguenza i muscoli liberandoli dalle tensioni e rigidità migliorando cosi la postura.

Con il metodo Pilates imparerai come muovere il collo, la testa, le spalle, la colonna vertebrale in modo corretto e fisiologico. Imparare a muovere il collo in direzione dello sguardo sembra una cosa banale ma non lo è. Molto spesso durante le mie lezioni di Pilates mi accorgo che vi è la tendenza ad irrigidire troppo i muscoli del collo anche quando non serve. Non ci si accorge nel farlo perché ormai la tendenza a sovraccaricare troppo quella zona è diventata normale visto che durante il giorno i muscoli del collo sono usati eccessivamente, quindi il corpo automatizzando questa situazione poi lo riporterà automaticamente in tutte le altre attività che andremo a fare, e così il dolore cervicale sarà molto frequente.

Conclusioni

Per concludere ricapitolando quanto detto, la cervicalgia è un disturbo che colpisce la zona del collo e i muscoli circostanti. Le cause possono essere diverse. Quello che puoi fare per risolvere questo problema è andare a ricercare la causa magari effettuando una visita specialistica, se non ci sono cause gravi ma il problema deriva da disordini posturali, di cattiva gestione delle posture quotidiane, potrebbe essere la soluzione praticare esercizi di Pilates, e in base alle tue esigenze potrai scegliere se partecipare a lezioni di gruppo o individuali (scelta consigliata soprattutto se sei neofita o se hai problematiche posturali più importanti) che mirano a riequilibrare, allungare, rendere più flessibili ed elastici i tuoi muscoli oltre che rinforzarli migliorando la postura e la  percezione del tuo corpo.

Valentina Mazzeo, formatrice Pilates

Scopri i nostri corsi Personal Trainer, Ginnastica in Gravidanza, Ginnastica Posturale, Pilates, Yoga, Ginnastica Dolce, Scuola in Posturologia, Recupero Funzionale

Postura e Benessere | Accademia Alta Formazione