Menu Contattaci Scrivici su WhatsApp

È possibile diventare un Personal Trainer senza laurea?

Il personal trainer è un professionista altamente specializzato

So che hai la Passione, magari ti alleni e sei anche tu un autodidatta, ma per fortuna hai capito che per essere un Personal Trainer professionale serve un percorso formativo che ti faccia sentire Competente, Preparato e pronto, e che debba rilasciarti un Diploma di seria Validità. 

Serve la laurea per diventare Personal Trainer? Oppure basta il Diploma?

Queste sono le tantissime domande che riceviamo ogni giorno da molti aspiranti Istruttori, Personal Trainer, e sul fatto che per lavorare in Palestra sia necessaria la Laurea oppure il diploma, in realtà la risposta è negativa per entrambe. O meglio, le normative del coni dedicate a questo settore, specificano che le attività da Istruttore o Personal trainer non necessitano di una laurea o diploma specifico per Personal Trainer. Al momento non esiste alcuna legge nazionale che la riconosca e disciplini in maniera organica.

Diventare Personal Trainer senza laurea, cosa dice la normativa?

Il punto di partenza ideale è conseguire la laurea triennale in Scienze Motorie. Secondo la normativa nazionale sono riconosciuti come istruttori o personal trainer qualificati Laureati in scienze motorie o isef. Ma anche coloro che hanno seguiti corsi personal trainer riconosciuti Coni o da enti sportivi legati al Coni stesso, potranno esercitare la professione di Personal Trainer. Quindi, possiamo dire con certezza, che il Corso da Personal Trainer senza laurea esiste. Gli istruttori fitness, personal trainer e gli istruttori specifici per una disciplina, devono essere in possesso della corrispondente abilitazione, ovvero un diploma da personal trainer, come nel nostro caso. Il diploma, da personal trainer o istruttore, può essere rilasciato da una federazione nazionale riconosciuta o affiliata al CONI, da scuole dello sport regionali del CONI, oppure dagli enti di Promozione sportiva riconosciuti dal CONI, come Asi. Quindi, è bene informarsi riguardo l'ente o l'associazione di formazione fitness che si intende frequentare, per valutare il Riconoscimento del CONI riguardo al diploma che ti rilasceranno. La laurea lo preciso, non è obbligatoria per lavorare come Personal Trainer ma permette di diventare un professionista esperto e qualificato. Consente, infatti, di acquisire una solida preparazione teorica e tecnica indispensabile per esercitare la professione di Personal Trainer.

Chi è il Personal Trainer?

Il Personal Trainer, o allenatore Personale, è un professionista altamente specializzato capace di occuparsi di benessere fisico e mentale, dei propri clienti. La sua attività consiste nel programmare e realizzare allenamenti finalizzati a specifici obiettivi e risultati, elaborati sui bisogni fisiologici e psicologici di ogni singola persona che a lui si rivolge per migliorare lo stato di salute o la propria forma fisica. Il lavoro del personal trainer nei confronti del cliente si compone di diverse fasi. La prima è quella dell'anamnesi iniziale alla quale segue la valutazione antropometrica e funzionale. Dopo aver fatto ciò, il personal trainer, procede all'elaborazione e all'esecuzione del programma di allenamento personalizzato. Quindi, appare chiaro che si tratta di un mestiere che non si può improvvisare. Il personal trainer, non è solo colui che crea un programma di allenamento stilato sulla base delle caratteristiche del singolo individuo ma anche colui che lo educa e ad adottare stili di vita più corretti e salutari.

Quali sono gli sbocchi Lavorativi di un Personal Trainer?

Un personal trainer, qualificato e riconosciuto con un valido diploma Coni, può lavorare nei centri fitness e nelle palestre, centri wellness, circoli sportivi, villaggi turistici, in tutte le strutture aperte al pubblico, nei parchi, come collaboratore o libero professionista. Il vero guadagno, molto spesso, del personal trainer è l'attività come allenatore privato, a domicilio seguendo i suoi allievi in modo periodico e strutturato: la denominazione "personal trainer", infatti, parla chiaro. Si tratta di una figura professionale che nasce proprio per gli allenamenti individuali e permettere di ottimizzare i tempi di raggiungimento degli obiettivi al proprio cliente. Per questo motivo, anche i guadagni possono essere più allettanti rispetto al lavoro da dipendente o semplice istruttore di sala, e se la media è di 40/50 euro all'ora, un personal trainer stimato, qualificato e preparato può arrivare a chiedere circa 70-80 euro l'ora. Di certo, questi traguardi si raggiungono con un adeguata formazione e aggiornamenti costanti, dato che specializzarsi come Personal Trainer, significa acquisire una preparazione a 360° di allenamento, nutrizione, e riabilitazione, tutto da personalizzare in base alla clientela.

Scopri i nostri corsi Personal Trainer, Ginnastica in Gravidanza, Ginnastica Posturale, Pilates, Yoga, Ginnastica Dolce, Scuola in Posturologia, Recupero Funzionale

Postura e Benessere | Accademia Alta Formazione