Menu Contattaci Scrivici su WhatsApp

Protrusioni ed Ernie discali

L'importanza dell'attività fisica

La maggior parte della popolazione italiana durante la propria vita prova la fastidiosa sensazione di quello che comunemente viene chiamato “mal di schiena”. Nella grande maggioranza dei casi questo dolore è solo temporaneo ed è di origine muscolare, così che con il passare dei giorni i sintomi si affievoliscono e sparisce autonomamente.

Che cos’è la colonna vertebrale?

La colonna vertebrale, detta anche rachide, è l’insieme delle vertebre che, sovrapposte l’una con l’altra, costituiscono una robusta colonna centrale che sostiene il corpo umano.

A che cosa serve la colonna vertebrale?

La colonna vertebrale serve per:

Che cos’è il disco intervertebrale?

Il disco è la struttura elastica che si trova tra un corpo vertebrale e l’altro. Il disco è un vero e proprio ammortizzatore, capace di assorbire gli urti e le pressioni che il rachide subisce e permette i movimenti reciproci dei corpi vertebrali. Il disco intervertebrale è molto importante nel determinare il dolore.

Differenza tra Protrusione ed Ernia Discale

Ernia e protrusione non sono la stessa cosa, eppure spesso vengono confuse. Le differenze tra ernia e protrusione discali sono:

Ma per soffrire, sappiamo che una semplice protrusione può fare tanto danno, quasi quanto un'ernia. Sia la protrusione che l'ernia, rappresentano la punta di un iceberg, ovvero l'effetto finale di fenomeni perturbativi del Sistema Tonico Posturale; sia che si tratti di traumi, di incidenti che di malocclusioni, disciolsi, cicatrici, etc. 

Sintomi dell'Ernia e della Protrusione

I sintomi di una protrusione a volte sono simili o sovrapponibili a quelli di una ernia discale. A volte sia la protrusione che l’ernia del disco, possono essere completamente asintomatiche: dipende dal punto in cui queste si manifestano. Saranno le compressioni delle radici a dare informazioni precise. In questi casi, quando il quadro non è chiaro, é auspicabile poterci confrontare con una RMN o una TAC che saranno ovviamente prescritte dallo specialista. A volte si hanno sintomi sovrapponibili a ernie o protrusioni, pur in totale assenza di tali patologie.

I sintomi di un'ernia discale variano a seconda dell'età e del punto in cui si è formata l'ernia. In generale includono: dolore, spesso molto intenso e tale da non permettere nessun movimento o sforzo. Può verificarsi a carico delle gambe o delle braccia a seconda del punto di rottura del disco. Intorpidimento o formicolio, caratterizzati da una sensazione di risposta debole o assente degli arti. Debolezza, che determina difficoltà a muoversi o ad afferrare oggetti.

Cause più comuni di Protrusioni Discali

Sono diverse le cause che possono far insorgere una Protrusione discale; nei soggetti più giovani, la causa più comune è da ricercarsi nella pratica di attività sportive scorrette e con eccessivi sovraccarichi, in modo scorretto, sulla colonna. Altre cause sono rappresentate da: 

Cause più comuni di Ernia del Disco

Le cause della comparsa dell'ernia del Disco sono molteplici, spesso presenti in concomitanza, e non sempre è facile individuare quella scatenante. Tra le cause più frequenti troviamo:

Quasi sempre l'ernia del disco è causata dal nostro comportamento e dal nostro stile di vita.

Come prevenire Ernia e Protrusione discale

Forma fisica scadente, sovrappeso, obesità e fumo. La civiltà attuale sta dispensando sempre più l'uomo dalla necessità di compiere movimenti e sforzi e l'ha portato sempre più a ridurre l'attività motoria. La vita sedentaria provoca un deterioramento graduale delle condizioni di efficienza. Questo deterioramento può essere così lento e impercettibile che chi lo subisce può ritenerlo una conseguenza naturale dell'invecchiamento, è invece il sintomo di una vera e propria malattia: la malattia ipocinetica, cioè da poco movimento.

Il sovrappeso, l'obesità, il fumo, l'abuso di caffeina e di farmaci abbinati alla vita sedentaria costituiscono fattori di rischio tipici di chi ha scarsa cura corporea e cattive abitudini di vita; essi sono responsabili di una forma fisica scadente e della riduzione della capacità fisiche di base Per non causando direttamente dolori vertebrali, sono tutti fattori di rischio, possibili concause, che costituiscono un terreno fertile per la loro insorgenza.

La mancanza di esercizio fisico può rendere i muscoli della schiena più deboli e rigidi, limitando i movimenti e aumentando sia lo stress che la probabilità di protrusioni discali. L'esercizio fisico costante e regolare è fondamentale per rafforzare i muscoli che supportano la colonna vertebrale e aiuta ad alleviare il mal di schiena. Gli esercizi eseguiti correttamente hanno un ruolo importante del trattamento del dolore, garantendo l'integrità del sistema muscolo-scheletrico. Quindi, il mio consiglio è di praticare attività fisica, in quanto rappresenta il primo "farmaco" per mantenere una colonna giovane ed in forma.

Alessio Guaglianone, Posturologo, Massoterapista, Postura e Benessere Academy