Ho una Protrusione / Ernia, posso fare palestra?
Menu Contattaci Scrivici su WhatsApp

Ho una Protrusione / Ernia, posso fare palestra?

5 consigli per allenarti tranquillamente

Ho una protrusione, posso fare squat? Ho un'ernia, posso fare palestra? sono solo alcune delle domande che frequentemente vengono fatte in palestra da chi ha una problematica di ernia, protrusione oppure discopatia.

Il mal di schiena è una problematica tanto frequente in ambito fitness, e colpisce almeno l'80% degli adulti nell'arco della vita con differenti spettri di gravità e causa multifattoriali. Quante volte sentiamo frasi del tipo:

Queste classiche raccomandazioni creano, oltre che false credenze, anche condizioni psicologiche come la depressione e soprattutto la paura del movimento che sono tra i fattori che più di tutti aumentano i tempi di guarigione e determinano l'instaurarsi di condizioni croniche. Soprattutto da un punto di vista motorio tali credenze rendono psicologicamente più fragili, limitano le attività e il movimento, creando un circolo vizioso che comporterà rigidità vertebrale, scarsa performance muscolare, facendo sprofondare il soggetto in una condizione sempre più difficile da affrontare. Tutti questi fattori contrastano con quella che è ad oggi l'unica vera raccomandazione per chi soffre di dolore alla schiena: il movimento.

Indicazioni in Palestra

Alla domanda ho una protrusione/ernia, posso fare palestra, la risposta è, in generale dipende. 

Ovviamente non facciamo riferimento a chi ha una problematica in fase acuta. La letteratura scientifica è abbastanza chiara nel dimostrare che, con il passare dell'età è possibile rilevare degenerazioni dei dischi intervertebrali anche in soggetti asintomatici. Per farla semplice, potrei prendere un soggetto a caso per strada over 40 che non ha mai avuto mal di schiena e sottoporlo ad una risonanza magnetica: non sarà così improbabile trovare una protrusione o un'ernia in questo soggetto.

Per questo ernie, protrusioni e discopatie non devono spaventare il professionista del fitness alquanto frequenti in sala pesi, anche perché è probabile che altrettanti soggetti che allena abbiamo le medesime problematiche senza saperlo. In definitiva, nella gestione di un eventuale soggetto con protrusione o ernie in palestra, il personal trainer o professionista dovrà tenere in considerazioni i seguenti punti.

5 Consigli per allenarti tranquillamente

Conclusioni

In conclusione, la gestione di tali problematiche in palestra deve sviluppare capacità critica, volontà di approfondire l'argomento e collaborazione tra figure professionali. Importante è valutare caso per caso. Ricordiamoci sempre che la palestra è un ambiente dove l'attività fisica svolta è sotto il nostro completo controllo: il rispetto della fisiologia articolare non potrà mai creare o peggiorare problematiche articolari o muscolari ma anzi migliorerà forza, resistenza e stabilità del nostro corpo. Sempre che ciò si faccia con logica, criterio e scientificità.

Alessio Guaglianone

Posturologo, Massoterapista

Mi chiamo Alessio Guaglianone, il percorso formativo, dopo il diploma di scuola secondaria, continua con la laurea in scienze motorie e specialistica in scienze dell'attività motoria preventiva ed adattata. Durante questi anni di studio, ho scoperto la mia grande passione per la Ginnastica Posturale, cosi ho deciso di iscrivermi al master in Posturologia. Dopo aver completato il Master in decido di frequentare la scuola da Massoterapista.

Sindrome Metabolica: ecco i benefici dell’attività fisica

Come l'attività fisica attenua la sindrome metabolica

Personal Trainer: come trovare clienti

Gli strumenti che un personal trainer deve usare per trovare i clienti

Massaggi olistici: quali sono quelli più richiesti

Proprietà e tipologie di massaggi olistici per un benessere trasversale

Riflessologia Plantare: quali sono i benefici

I vantaggi della Riflessologia Plantare, un metodo alternativo ricco di sfaccettatture

Rimedi contro il mal di schiena

Le soluzioni e i rimedi più efficaci per combattere il mal di schiena