Menu Contattaci Scrivici su WhatsApp

Pilates: benefici e muscoli coinvolti

Il pilates da la sensazione di "essere cresciuti"

ll metodo Pilates ha riscosso un notevole successo diffondendosi in numerosi paesi del mondo compreso l’Italia. L’ideatore di tale metodo, Joseph Hubertus Pilates (Mönchengladbach, 9 dicembre 1883 – New York, 9 ottobre 1967), cercò di fondere al suo interno aspetti delle discipline olistiche orientali e aspetti delle discipline fisiche occidentali realizzando una tipologia di allenamento completa che va ad apportare numerosi benefici psico-fisici.                                                                          

Anatomia del pilates

Nel Pilates possiamo suddividere i muscoli in due gruppi:

  1. Agonisti; i muscoli agonisti sono quelli coinvolti direttamente nel movimento, come i deltoidi nelle spalle.
  2. Posturali; i muscoli posturali lavorano per mantenere la stabilità, come il trasverso dell’addome che è il muscolo addominale più profondo.
    In ogni tipo di sport e ginnastica, come nel Pilates, la stabilità del tronco è essenziale quando il corpo è in movimento.

Se non si stabilizza bene il corpo prima di compiere un movimento, a lungo andare, a causa di sforzi ripetuti o di movimenti errati si possono verificare squilibri muscolari e tensioni intorno alle articolazioni. Alla lunga, tutto ciò potrebbe portare a lesioni e a dolori che inibiscono e indeboliscono i muscoli posturali intorno all’articolazione stessa, creando così un circolo vizioso. Anche quando non vi sarà presente più il dolore, questi muscoli non si rafforzeranno automaticamente. Ecco perché le lesioni tendono a presentarsi nuovamente. Per non avere più problemi o “ricadute”, i muscoli devono essere rafforzati ed educati a lavorare di nuovo in sincrono. La stabilità del tronco è legata alla resistenza, alla coordinazione e alla forza dei muscoli addominali, pelvici e della parte bassa della schiena.

Questa stabilità è essenziale e necessaria per non creare lesioni e dolori lungo la fascia lombare della schiena. Il “CORE” (parte comprendente tutti i muscoli del tronco), come viene chiamato nel Pilates, è il perno principale del nostro corpo; rafforzando questo e stabilizzandolo, si eviteranno dolori alla schiena, lesioni e infortuni.

Il Pilates da la sensazione di “essere cresciuti”

il Pilates ti insegna ad allungare la spina dorsale, con il risultato di apparire più magri. Inoltre come risultato del Pilates si avrà:


Dott.ssa Vania Schettino,Chinesiologa Posturologa