Menu Contattaci Scrivici su WhatsApp

Sistema fasciale e postura

La fascia è il contenitore di tutte le strutture del nostro corpo: una sua modifica può portare a lungo termine a dolori dovuti a posture scorrette

La fascia è il contenitore di tutte le strutture del nostro corpo: una sua modifica può portare a lungo termine a dolori dovuti a posture scorrette

Cos’è la fascia

Per poter parlare del sistema fasciale occorrerebbero ore ed ore, pertanto ora ci soffermeremo sul capire brevemente cosa sia e perché è così importante per la postura. La fascia viene considerata come il connettivo che unisce le strutture del nostro corpo. Essa è presente in ogni parte del nostro corpo: muscoli, visceri, organi, sistema nervoso, vasi sanguigni e molte altre. Senza di essa il nostro corpo collasserebbe, infatti la fascia funge da contenitore, stabilizzatore e sostegno per tutto il nostro corpo organi compresi. Dobbiamo immaginarci la fascia come un insieme di strutture che sono in continuità sia dal punto di vista della forma che del comportamento per cui se modifico una zona, inevitabilmente anche altre parti seguiranno questa modifica. Pertanto è influenzabile da traumi, posture, emozioni e attività fisiche. Secondo uno dei principi osteopatici che dice che la struttura di una parte del corpo ne governa la funzione, dal momento in cui viene modificata la forma della fascia anche la sua funzionalità sarà inficiata. 

Collegamento tra fascia e postura

Quando noi compiamo un gesto ripetutamente nel tempo che sia un gesto tecnico per uno sport o che sia una posizione che dobbiamo continuamente assumere per comodità esso diventerà abitudine. Essa per poter essere mantenuta richiede determinate posture che si instaureranno nel cervelletto e nel tronco cerebrale e saranno pertanto meno controllate dalla nostra volontà. A lungo andare si sedimenterà nel nostro “set” neurologico questo comportamento diventando così un compenso strutturale. Molto spesso non ce ne accorgiamo ma molte rigidità e dolori sono dovute proprio all’alterazione della fascia che si è adattata al nostro compenso posturale che sia esso di natura psicologica, emozionale o fisica.

Più si va avanti nel tempo senza intervenire e più le restrizioni diventeranno importanti pertanto è necessaria una prevenzione effettuata sia a livello manuale da appositi terapisti che con la giusta attività fisica.

Esercizi da provare.

Per poter allungare la fascia occorre mettere in tensione più strutture contemporaneamente, per esempio provate ad appoggiare un braccio teso al muro per allungarlo e contemporaneamente girare il collo dalla parte opposta: sentirete una tensione dalla mano fino al collo; se inspirate ed espirate profondamente aumenterà la tensione poiché con l’espirazione il corpo tende ad allungare maggiormente ciò che è in tensione . Questa è la sensazione dell’allungamento fasciale. In base alle vostre esigenze potete ricercare quella tensione mettendo in tensione una serie di strutture. 

In conclusione

Parlando di postura si parla inevitabilmente anche di fascia poiché sono in stretta correlazione. Se diamo sollievo al sistema anche la postura ne risentirà positivamente e viceversa se non ci curiamo della postura potrebbero sorgere dolori connessi alla fascia. Praticare allungamenti mirati aiuta a prevenire quelle che potranno essere in futuro problematiche molto scomode.


Dr. Riccardo Paolucci, Laureato in Scienze Motorie, Massoterapista