Menu Contattaci Scrivici su WhatsApp

Il dolore cervicale: sintomi e rimedi

Il dolore alla cervicale o cervicalgia è un disturbo frequente

Il dolore cervicale o cervicalgia è tra le condizioni più indagate dai clinici e si stima che circa di 2/3 dell’intera popolazione mondiale soffrirà almeno una volta nella sua vita di dolore cervicale. Nell’uso comune del linguaggio quotidiano molti utilizzano delle espressioni improprie come ‘oggi ho la cervicale’ oppure ‘ho dolore al collo’; queste espressioni rendono sicuramente l’idea di sintomatologia, ma non danno una visione chiara della problematica. Iniziamo con il dire, che la “cervicale” ce l’hanno tutti (e non è una malattia), è il tratto della nostra colonna vertebrale tra cranio e torace. 

Anatomia del tratto cervicale

Per comprendere qual è il meccanismo che provoca il dolore dobbiamo portare l'attenzione sulle curve fisiologiche della colonna vertebrale. La curva cervicale è costituita di 7 vertebre di cui le prime 3 sono altamente “specializzate” e spesso legate a varie problematiche (torcicollo, colpo di frusta, cefalea cervicogenica, disfunzioni cranio-cervico-mandibolari). È un tratto della nostra colonna vertebrale molto importante perché legato alle funzioni di equilibrio e movimento, masticazione  e fonazione. Interagisce con i sistemi responsabili della vista e dell’udito per il controllo motorio globale e gli adattamenti posturali. Ma non solo, perché il sistema cranio-cervico-facciale è associato al nostro sistema emozionale e molti sintomi cervicali possono esserne, in parte, espressioni psicosomatiche.

Sintomi cervicali

Molti sono i fattori che possono influenzare, quindi, il dolore cervicale e la sintomatologia è altrettanto vasta a seconda della causa che ne determina l’insorgenza.

Cosa fare per limitare e controllare la sintomatologia?

Data la complessa multifattorialità dei sintomi è fondamentale valutare il problema nella sua totalità, attraverso un esame accurato delle possibili cause. È stato ampiamente dimostrato che la terapia manuale (ortopedica, osteopatica, miofasciale) abbia una rilevante efficacia su questo tipo di patologie, supportata da strumenti e combinata con tecniche di educazione e coaching.

La terapia manuale ha effetti neurofisiologici e meccanici sui tessuti in quanto:

 È anche importante associare alla terapia specifica un lavoro di educazione del paziente, alla risoluzione delle posture scorrette, che possono essere causa della sintomatologia. Come rimodularle, riconoscerle e limitarle, per un controllo del dolore ed una limitazione delle ricadute. La terapia farmacologica, in alcuni casi, può essere un supporto al controllo del dolore ed un aiuto al percorso di risoluzione del sintomo specifico.

Il dolore cervicale è un sintomo complesso e spesso invalidante, non lo sottovalutate mai e rivolgetevi sempre a professionisti qualificati.

Dott.ssa Silvia Margarito, Laureata in Fisioterapia