Menu Contattaci Scrivici su WhatsApp

Sport e Benessere: ecco 6 Benefici

Lo sapevi che per uno stile sano di vita e per una dieta ottimale non può mancare una buona dose di sport?

Sport e benessere: lo sapevi che...?

Lo sapevi che per uno stile sano di vita e per una dieta ottimale non può mancare una buona dose di sport?

È scientificamente provato che:

Fare sport non significa necessariamente competere aspirando ai giochi olimpici, fare sport equivale a fare movimento, equivale a prendersi una pausa dalla vita moderna, fatte di mille comodità, dedicando del tempo al proprio corpo. Non utilizzare l'auto per brevi tratti, preferire una rampa di scale all'ascensore, concedersi una passeggiata post lavoro, aiuta ad alleviare la tensione accumulata durante tutto il giorno, porta benessere all'organismo, rilassatezza e buon umore, anche perché come diceva Giovenale "Mens Sana in Corpore Sano".

Psicologia & Sport: vietato tralasciare l'aspetto "mentale"

E a proposito di "Mens Sana". Il divieto assoluto è sottovalutare l'aspetto mentale. Psicologia e sport possono essere un connubio perfetto per la crescita personale dell'individuo. Sono innumerevoli le possibilità di formazione offerte dallo sport, condivisibili grazie ad esperienze profonde e talvolta tangibili nei più comuni aspetti di vita quotidiana. Crescere nel corpo, imparare a stare dentro un gruppo (squadra) ed imparare a interagire in un modo diverso, imparare a vincere come a perdere, raggiungere alti livelli di prestazione. La psicologia supporta e facilita l'invio e la ricezione di messaggi e modalità raccoglibili attraverso le esperienze. 

In che modo? Una volta alla parola sport venivano facilmente associate parole come svago ricreativo o puro divertimento, oggi non è più così, o meglio non è "solo" così. Lo sport è un sano sfogo catartico delle cariche aggressive tipiche della personalità umana.

Scaricare energie tramite l'attività sportiva, di qualunque tipo e a qualunque livello, permette all'individuo di controllare le emozioni senza negarle o inibirle ma semplicemente accettandole. Accettare impulsi ed istinti esprimendoli ed indirizzandoli verso una forma positiva e socialmente accettata da tutti, in primis da noi stessi. Il movimento, poi, equivale a relazione a "relazionarsi" con il proprio ambiente di vita, con gli altri, andando così anche alla ricerca di risposte per scoprire le caratteristiche degli oggetti, di se stessi, degli altri, mediante l'osservazione diretta e il confronto con le esperienze altrui. Senza questa componente il movimento risulterebbe un puro strumento motorio, capace di raggiungere obiettivi "fisici" ma non psicologici, anteponendosi così alla crescita completa dell'individuo.

No a divano e copertina, sì allo sport al "freddo"

No, non pensarlo nemmeno per scherzo: lo sport è fondamentale anche d'inverno, soprattutto d'inverno, non c'è temperatura sotto zero che tenga.

Se la tua "paura" è quella di ammalarti e di doverti scontrare con il tuo capo per qualche giorno di malattia in più, trova una "scusa" migliore perché fare sport al freddo è un toccasano. Uno studio di ricercatori della Us Army ha stabilito che la temperatura ideale per un maratoneta è di 5°, dunque non puoi essere da meno. Lo sport aiuta a combattere lo stress e lo stress abbassa le difese immunitarie, quindi sì allo sport "al freddo", ma con i dovuti accorgimenti.

Ecco 5 consigli per non perdere l'occasione di un po' di sano Running invernale

  1. Attenzione all'abbigliamento: no al cotone, sì al pile se sei particolarmente freddoloso o in generale ad indumenti che associano un componente traspirante ad uno isolante
  2. Attenzione alle scarpe: che siano traspiranti, leggere e impermeabili piuttosto che l'abbinamento perfetto per il tuo completino fashion.
  3. Attenzione a mani, piedi, collo e testa: la dispersione termica attraverso queste zone può arrivare fino al 70%, quindi prenditi cura di loro con guanti, fasce, cappelli.
  4. Attenzione al riscaldamento: l'aria fredda può irritare i bronchi e favorire i traumi ai muscoli, lo sforzo iniziale deve essere moderato.
  5. Attenzione alla disidratazione: d'inverno la sensazione di sete è meno evidente ma il corpo suda e perde liquidi comunque. Sì all'idratazione prima, durante, dopo l'allenamento, magari con una tisana tiepida, più piacevole dell'acqua gelata in inverno.

Postura e Benessere | Accademia Alta Formazione