Menu Contattaci Scrivici su WhatsApp

Cosa fa un Personal Trainer?

Verso nuove metodologie di allenamento


Il Personal trainer non è più soltanto sinonimo di allenamenti duri e rigorosi, ma anche di amore verso il proprio mestiere e ricerca dell’armonia durante ogni singolo gesto.

Ruolo del personal trainer

Abbandonata ormai da tempo la vecchia idea di Personal trainer, prima considerata esclusiva di pochi eletti, poi divulgata alle masse ma con concetti vecchi e superati incentrati quasi esclusivamente sull’aumento della massa muscolare, oggi il Personal trainer deve porre l’enfasi prevalentemente sul “ funzionamento” corporeo, restituendo ai propri clienti un corpo funzionante, alleviandone i fastidi articolari e facendo loro guadagnare forza e flessibilità senza difficoltà in ogni azione quotidiana. Sono diversi motivi per allenarsi con il personal trainer.

I professionisti del settore si saranno accorti come negli ultimi anni sia avvenuta all’interno di quasi tutti i centri fitness una piccola rivoluzione degli ambienti e degli attrezzi utilizzati. Essa è una diretta conseguenza di quello che possiamo definire uno dei più grandi cambiamenti di sempre avvenuti nell’ambito delle metodologie di allenamento: il lavoro funzionale e di forza integrata. Il personal trainer deve confrontarsi con soggetti che hanno necessità e patologie molto differenti da quelle di un tempo. Sebbene la “definizione” corporea continui a essere tra i principali obiettivi, la maggior parte dei clienti ricerca uno stato di benessere.

Personal trainer e cliente

Il cliente, oggi, è un soggetto che si muove davvero poco.  Molte persone dopo otto - nove ore di lavoro decidono di andare in palestra, dove spesso, però si sottopongono a sedute di allenamento che prevedono esercizi non idonei per un “professionista della posizione seduta”, oppure troppo blandi per permettere al corpo di predisporsi al cambiamento.

Spesso il “il cliente tipo” si rivolge a un personal trainer dopo avere subito infortuni o perché soffre di infiammazioni o dolori debilitanti nei più comuni distretti articolari che gli impediscono di svolgere le principali azioni quotidiane. Nel 90% dei casi, questi stati infiammatori sono dovuti a posture errate, asimmetriche che il corpo ha sviluppato nel tempo, allenamenti ed esercizi sbagliati o mal proposti.

Ecco perché oggi il personal trainer e l’insegnante di fitness sono possono più proporre allenamenti basati semplicemente sull’uso delle macchine e degli esercizi classici: non risolverebbero i problemi della clientela e la farebbero allontanare sempre più dalla propria figura professionale.

Se vuole consentire ai propri clienti di raggiungere i risultati ricercati nel mino tempo possibile, l’operatore deve essere sempre più innovativo e qualificato, attento ai nuovi studi e alle nuove metodologie di lavoro.

La conoscenza del funzionamento del corpo umano, la cinesiologia e la fisiologia sono le basi che il personal trainer deve necessariamente possedere per poter valutare se le informazioni ricevute sono valide e applicabili oppure no.

Scopri di più Corso Personal Trainer

Postura e Benessere | Accademia Alta Formazione