Menu Contattaci

Mal di schiena: l'importanza della ginnastica posturaleMal di schiena: l'importanza della ginnastica posturale

Un buon metodo per cercare di combattere e superare le algie della colonna vertebrale è quello di sottoporsi a corsi di ginnastica posturale

Le statistiche affermano che l'80% della popolazione adulta nei paesi industrializzati soffre di lombalgia. Si può dire, senza timore di sbagliare, che tutti, prima o poi, almeno una volta nella vita soffriamo di dolore vertebrale. Naturalmente per ognuno varia la frequenza e l'intensità del dolore: c'è chi ha solo qualche lieve indolenzimento e chi una disabilità permanente. Un buon metodo per cercare di combattere e superare le algie della colonna vertebrale è quello di sottoporsi a corsi di ginnastica posturale.

Cause dei dolori vertebrali

Le cause dei dolori vertebrali possono essere numerosissime: ne sono state individuate addirittura 841 (Sibilla,1995). La maggior parte dei dolori vertebrali è di tipo meccanico. Il termine dolore meccanico viene utilizzato per indicare un'anormalità anatomica e funzionale del rachide che esclude la presenza di una malattia maligna, neoplastica o infiammatoria o di una malattia viscerale. I dolori più frequenti, correlati a cause meccaniche, sono:

Lombalgia comune o idiopatica

Il termine lombalgia comune esprime il sintomo e non la patologia: indica la presenza di dolore abbinato o meno a una limitazione funzionale a livello lombare. Viene usato anche il termine lombalgia idiopatica perché non è attribuibile a una condizione patologica ben definita. Molti autori affermano che l'80% dei dolori vertebrali non è dovuto a una causa specifica (patologia specifica del rachide), ma a cause non specifiche quali:

Cause non specifiche o fattori di rischio

Pertanto nella stragrande maggioranza dei casi la colonna vertebrale diventa dolente se maltrattata, usata scorrettamente o esposta ai fattori di rischio che ora analizziamo.

1. Posture e movimenti scorretti

2. Stress psicologici

3. Forma fisica scadente, sovrappeso, obesità e fumo

La civiltà attuale sta dispensando sempre più l'uomo dalla necessità di compiere movimenti e sforzi e l'ha portato sempre più a ridurre l'attività motoria. La vita sedentaria provoca un deterioramento graduale delle condizioni di efficienza. Questo deterioramento può essere così lento e impercettibile che chi lo subisce può ritenerlo una conseguenza naturale dell'invecchiamento, è invece il sintomo di una vera e propria malattia: la malattia ipocinetica, cioè da poco movimento.

Il sovrappeso, l'obesità, il fumo, l'abuso di caffeina e di farmaci abbinati alla vita sedentaria costituiscono fattori di rischio tipici di chi ha scarsa cura corporea e cattive abitudini di vita; essi sono responsabili di una forma fisica scadente e della riduzione della capacità fisiche di base Per non causando direttamente dolori vertebrali, sono tutti fattori di rischio, possibili concause, che costituiscono un terreno fertile per la loro insorgenza.

Benefici della Ginnastica posturale

Innanzitutto cerchiamo di chiarire che cosa si intende per ginnastica posturale.

Questa ginnastica quindi ci aiuta a trovare la giusta posizione per la colonna vertebrale e di conseguenza anche a prevenire fastidiosi dolori legati al mal di schiena.

Ogni movimento della nostra giornata dovrebbe essere studiato, perché in ogni movimento può esserci potenzialmente un problema legato alla postura: lo stare in piedi, lo stare seduti a leggere o alla scrivania per lavoro o studio, il sollevare pesi, portare borse e zaini. Sono in molti ormai a concordare sul fatto che i dolori muscolari e scheletrici del nostro fisico (problemi alla cervicale, lombalgie, sciatalgie ecc) sono in gran parte collegati a patologie di una postura della colonna vertebrale. La ginnastica posturale, dunque, si focalizza su alcune posizioni che prendiamo quotidianamente, per aiutarci a capire come assumerle correttamente; a differenza di altri tipi di ginnastica che sono certamente salutari, ma spesso rivolti esclusivamente a potenziare la nostra muscolatura in forza e resistenza. Spesso si pensa alla ginnastica posturale come a una ginnastica riabilitativa o per anziani. Ma non è cosìAl contrario di quanto si possa immaginare, osservando esercizi dal vivo o in video, la ginnastica posturale non è una passeggiata. Una seduta di mezz'ora dispendiosa e performante se ben effettuata. Questa attività richiede quindi, come qualsiasi altro tipo di sport, dedizione, impegno e sacrificio per poter raggiungere risultati ottimali. Approcciarsi a questo tipo di ginnastica è quindi, soprattuto in via preventiva, altamente consigliato.

Conclusioni

Grazie alla ginnastica posturale potrete abbandonare comportamenti scorretti, rafforzare i muscoli e colonna vertebrale e recuperare un rapporto più consapevole con il vostro corpo. L'importante è rivolgersi ad istruttori Qualificati di Ginnastica Posturale, ormai su internet è facile trovare ogni tipo di rimedio a qualsiasi tipo di problema. Il più grande errore che si può permettere è incominciare ad incamminarsi per una strada che non si conosce: si rischierebbe di fare più danni rispetto al non fare nulla. E' fondamentale che per praticare in maniera corretta la Ginnastica Posturale sono necessarie specifiche conoscenze di anatomia e fisiologia, per questo è bene rivolgersi a professionisti qualificati, che sappiano indicarvi i migliori esercizi e le modalità di svolgimento.

Dr. Alessio Guaglianone, posturologo, massoterapista