Menu Contattaci

Dolore cervicale e lombare? Ecco cosa fareDolore cervicale e lombare? Ecco cosa fare

I dolori al collo e alla schiena possono dipendere da cause fisiche ed emotive

I dolori al collo e alla schiena ci accompagnano spesso nel corso della vita quotidiana e in alcuni casi, purtroppo, possono diventare molto fastidiosi e limitare la nostra libertà di movimento. Sembra incredibile, ma la prima causa di assenza dal lavoro in Italia risulta essere proprio il mal di schiena. A chi non è mai successo di svegliarsi  dolorante, di fare un movimento brusco soltanto per guadagnare qualche secondo di tempo o di rinunciare all'attività fisica perché occupato in attività che riteniamo più importanti?

Il nostro fisico risente dello stile di vita 

Il nostro fisico risente dello stile di vita che scegliamo e dedicare una piccola parte del nostro tempo per il benessere del corpo dovrebbe essere un impegno irrinunciabile per tutti. Il mal di schiena è diffuso tra uomini, donne, giovani e anziani e ognuno, secondo le possibilità personali, può intervenire per migliorare la propria condizione. Per questo è necessario prima di tutto conoscere le tecniche per prevenire tali dolori e, nel caso sopravvengano, curarli nella maniera più appropriata rivolgendosi ad uno specialista. Oltre a delle specifiche patologie che colpiscono la colonna vertebrale, una delle principali cause del mal di schiena comune è proprio di natura posturale. 

Le posizioni non corrette possono essere causate da:

Allo stesso tempo, anche restare fermi troppo a lungo nella posizione (seduti o in piedi) causa problemi da non sottovalutare.

Il dolore come campanello d'allarme

Il dolore deve servire come campanello d'allarme per riconoscere posture o movimenti sbagliati e per cercare delle possibili soluzioni. Che il nostro stile di vita sia sedentario o che il nostro lavoro sia particolarmente pesante a livello fisico, rischiamo tutti di sollecitare la nostra schiena in modo sbagliato. 

Prendiamo per esempio il caso di un lavoro d'ufficio di fronte al computer: dobbiamo tener presenti alcuni piccoli accorgimenti che possono aiutarci a prevenire l'insorgere del dolore. Per cominciare sarebbe necessario interrompere la posizione statica per svolgere semplici esercizi al fine di sciogliere i muscoli, aumentare la loro elasticità e alleggerire la tensione sul collo. Un aiuto è inoltre dato dall'utilizzo di sedie ergonomiche, che permettono di distribuire meglio il peso corporeo (per esempio è importante ricordare che i piedi devono poggiare a terra) e dal posizionamento corretto del computer. L'avambraccio dovrebbe appoggiare sulla scrivania in modo da scaricare il peso e lo schermo dovrebbe essere posizionato in modo tale da permetterci di tenere il capo leggermente inclinato verso il basso.

Dolore cervicale e lombare

Il dolore può essere cervicale, dorsale, lombare o sacrale a seconda della zona del dorso in cui si manifesta e ogni tipologia, come è ovvio, richiede un tipo di trattamento diverso. Alcune indicazioni generali possono già essere utili per rendere familiari dei concetti importanti.

Dolori cervicali

Come tutti sappiamo il dolore cervicale è una sindrome molto diffusa, imputabile a differenti cause. Alcune dipendono da patologie vere e proprie o da eventi traumatici, altre possono essere corrette con una buona dose di attenzione alle proprie abitudini. Un trauma come il colpo di frusta, che incorre per circostanze accidentali, è chiaramente da evitare anche con tutto l'impegno possibile, ma una corretta attività fisica svolta in precedenza può comunque attenuare gli effetti negativi e facilitare il pieno recupero della parte interessata. Un corpo tonico e allenato ha una maggiore capacità di ripresa e fare esercizi specifici per il collo aiuta a mantenere solido il tratto cervicale. Possiamo intanto identificare alcune cause del dolore cervicale:

Dolori Lombari

Il peso del corpo si scarica soprattutto nella zona lombare della nostra colonna, formata dalle vertebre e dischi intervertebrali che hanno lo scopo di ammortizzare i movimenti. Questo rende tale zona della schiena particolarmente esposta all'insorgenza di dolori, che possono essere causate da differenti patologie. Le più frequenti sono:

Conclusioni

Come detto precedentemente, la ginnastica posturale è un tipo di ginnastica diversa da quella tradizionale e da quella che viene praticata maggiormente nelle palestre. Dobbiamo aver sempre presente che la postura è regolata da muscoli differenti rispetto a quelli che regolano il movimento: fare meno movimenti durante l'esecuzione infatti non vuole dire eseguire meno ginnastica. Ovviamente alternativamente a esercizi dedicati alla postura è importante eseguire anche degli esercizi che tonifichino il nostro corpo, che ne potenzino la forza e che agiscono sull'elasticità del muscolo. Lavorando con un vero professionista, si ricerca un riequilibrio posturale partendo da posizioni indolori  e ricercando un costante controllo segmentario e globale nell'eseguire un determinato esercizio  e portando l'attenzione sulla lentezza e precisione del movimento abbinato alla respirazione con un importante accento sulla fase espiratoria che dovrebbe essere prolungata e profonda. Gli esercizi cercheranno di automatizzare la corretta postura, stabilizzare la colonna, decomprimere i dischi, rilassare, compensare le attività quotidiane, mantenere le curve fisiologiche, ricercare l'allungamento muscolare. Infine, ma non meno importante, è necessario ridurre lo stress e la tensione eccessiva che  spesso è causa dei dolori vertebrali.

Dr. Alessio Guaglianone, Personal Trainer, Posturologo.